CURA E MANUTENZIONE dei capi

Gli abiti realizzati con fibre naturali sono dei beni preziosi che portano con sé tutte le proprietà della materia prima da cui derivano. Per chi li indossa diventano una seconda pelle, agendo in modo benefico sull’ organismo (proprietà tessuti naturali). Le fibre naturali, a differenza di quelle sintetiche, non sono state create in laboratorio secondo precise necessità, quindi la manutenzione dei capi richiede qualche attenzione in più.

CONSIGLI PER IL LAVAGGIO

-Consigliamo di non utilizzare detersivi “industriali” nei lavaggi: l’eccessiva quantità di enzimi, spesso chimici, preposti alla distruzione delle macchie organiche, aggredisce le fibre, anch’esse organiche, lasciando buchi e/o macchie.

-L’uso di saponi neutri preserverà al meglio i vostri capi, la pelle e l’ecosistema.

-Consigliamo vivamente l’aceto bianco o l’acido citrico, al posto dell’ammorbidente.

-Soprattutto per le tele di canapa e ortica, consigliamo una centrifuga leggera e di stirarli quando sono ancora leggermente umidi.

-Se esposti all’aria per una notte, dopo l’uso, i capi si rigenerano, perdono gli odori e riacquistano tono e morbidezza.

-Assicuriamoci che il capo in lana abbia davvero necessità di essere lavato. A differenza delle altre fibre non necessita lavaggi frequenti e una maglia indossata un solo giorno non ha bisogno di essere lavata. Fargli prendere aria con regolarità contribuirà a mantenerla pulita. Questo vale però solo per i capi senza componenti sintetiche che favoriscono la proliferazione batterica generando cattivi odori dopo un solo utilizzo.

Spesso la fretta ci porta a prestare poca attenzione alle necessità di lavaggio dei vari tessuti ma, dedicando solo un paio di minuti in più alla cura dei nostri abiti, è possibile farli durare nel tempo e mantenere inalterate tutte le loro caratteristiche.

Sui singoli abiti troverete, in ogni caso, tutte le specifiche indicazioni (per maggiori informazioni non esitare a contattarci).